Your First Eures Job: il programma per lavorare in un paese UE

Posted on Posted in Europa, Notizie

Your First Eures Job ha l’obiettivo di aiutare i giovani di età compresa tra 18-35 anni a trovare un impiego in un altro paese dell’UE. Esso, inoltre, aiuta le imprese a trovare la forza lavoro che desiderano destinata alle posizioni difficili da occupare.

Che cos’è Your First Eures Job?

Your First Eures Job è la soluzione perfetta per chi vuole lavorare all’estero e ha bisogno di un supporto per poter iniziare. Si tratta infatti di un programma europeo di mobilità professionale nato per aiutare i giovani cittadini tra 18 e 35 anni di tutti i paesi dell’Unione europea ( più Norvegia e Islanda) a trovare un’occupazione (lavoro, tirocinio o apprendistato) all’estero, in uno di questi paesi europei, diverso da quello di residenza. Il programma supporta anche i datori di lavoro, in particolare le piccole e medie imprese (PMI), a reperire la forza lavoro di cui hanno bisogno.Il budget ammonta a più di 100mila euro e il valore di ogni borsa dipende da paese di destinazione.

Chi può usufruirne?

– Giovani alla ricerca di un lavoro di età compresa tra i 18 e i 35 anni cittadini di un paese dell’UE legalmente residenti in un paese dell’UE.

– Aziende (PMI) con sede in un paese dell’UE alla ricerca di un profilo specifico che non trovano sul mercato nazionale che offrono contratti di almeno 6 mesi, con una retribuzione e condizioni conformi al diritto nazionale del lavoro.

Supporto economico per i beneficiari.

In particolare per i giovani il supporto economico si riferisce:
– Alle spese sostenute per effettuare un colloquio di lavoro all’estero.
– Alle spese sostenute per affrontare il trasferimento lavorativo all’estero.
Per quanto riguarda le aziende (PMI) il supporto economico si riferisce:
– Ai costi di formazione e integrazione dei neo-assunti inseriti attraverso il programma.

Perché Your first Eures job?

Your first Eures job contrasta il fenomeno della disoccupazione in Europa, aiutando i giovani ad acquisire esperienza lavorativa in altri Stati membri. Si fonda sull’idea secondo la quale la mobilità professionale è sempre una fonte di potenziamento e crescita per tutti gli attori coinvolti: il lavoratore mobile esposto a nuove esperienze culturali, personali e professionali e l’azienda che trae vantaggio da uno staff multiculturale caratterizzato da approcci diversi e complementari nonché da un know-how ed una storia professionale unici. La circolazione delle persone significa circolazione delle culture, delle menti, delle idee e porta ad una contaminazione positiva tra i lavoratori e i cittadini europei.

Come partecipare?

Iscriviti alla Piattaforma EUJOB4EU

Maggiori informazioni.
YfEj

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *